LA NAPOLI MUSICALE CHE NON TI ASPETTI

C'era una Napoli, nel '700, fervente laboratorio musicale, fucina di talenti e di sperimentazione, riconosciuta a livello di tutto il mondo occidentale... e il suo spirito non è sopito.

A fare da contraltare a fenomeni musicali di massa, non sempre di qualità, ma che continuiamo a esportare a livello nazionale, e forse anche da tassello integrativo dei grandi lavori musicali prodotti nei secoli scorsi, e sempre riproposti con successo nei grandi e nei piccoli teatri, c'è una realtà meno conosciuta e portata avanti da eccellenze napoletane: eredi di quello spirito di ricerca animato tanto da una curiosità insaziabile e audace, tutta partenopea, quanto dallo scrupoloso rigore scientifico e formale dell'era dei Lumi.

L'ultima fatica della compositrice Alessandra Bellino e del flautista Tommaso Rossi - entrambi Maestri napoletani di rilievo internazionale -, insieme all'Ensemble Dissonanzen, si è concretizzata in un insieme di brani, che, sul fil rouge del tema del mito, creano ponti tra la musica seicentesca dell'olandese Jacob Van Eyck e la sensibilità contemporanea, raccolti nel CD: 'BRAVADE! OVVERO DELLE METAMORFOSI' (uscito a fine 2016 per l'etichetta Stradivarius).
'Bravade' è l'esibizione di bravura di Van Eyck, compositore, flautista, organista e suonatore di campane, nonché grande esperto di acustica, nel creare variazioni di famose melodie della sua epoca, di virtuosismo crescente; è anche il titolo di uno dei brani contenuti nella raccolta 'Il giardino di delizie del flauto' dello stesso autore.
Le Metamorfosi, invece, ci rimandano direttamente a Ovidio e alle atmosfere fantastiche della nostra tradizione.
Dalla fusione di entrambi i concetti nasce 'Bravade! ovvero delle Metamorfosi', riproposizioni delle composizioni di J. Van Eyck e 'invenzioni' originali di A. Bellino che con esse si confrontano, o direttamente, condividendone il tema, o indirettamente, operazioni di stile che lasciano al flauto spazi di esplorazione dell'animo attraverso il mito.
Tra le musiche originali di A. Bellino è presente anche un omaggio al nostro Jacopo Sannazaro e al suo amore per la città di Napoli...

Nella scoperta di insospettabili connessioni tra XVII e XXI secolo, e nell'auspicio di un celere rinascimento della nostra città attraverso i suoi talenti, vi auguriamo buon ascolto!

L.V.


Per ascoltare un assaggio delle musiche di 'Bravade! ovvero delle Metamorfosi', fai clic qui.

Per saperne di più sull''Ensemble Dissonanzen, organico cameristico della rinomata Associazione Dissonanzen, fai clic qui.


"La musica di Van Eyck nasce dunque da famose melodie dell’epoca, e le trasforma, attraverso la prassi della diminuzione e della variazione improvvisata, dando vita a una vera e propria metamorfosi in musica. È questa la chiave che ci ha spinto a mettere in relazione musiche antiche e nuove per flauto dolce, uno strumento che si conferma, nella musica di Alessandra Bellino, ancora ricchissimo di sonorità da scoprire, di anfratti poetici da visitare e raccontare, flessibile nell’aderire al mutare e al fluttuare della coscienza" (cit. Tommaso Rossi, 'Contemporanei, tra passato e futuro').

Per ascoltare la presentazione del CD tenuta su Radio3, fai clic qui.